Feed on
Posts
Comments

APPasseggio a Catino e Poggio Catino

Due nuovi itinerari sono disponibili su APPasseggio, APP per Android e IOS, con tante storie, immagini, audio e video per raccontare le bellezze dei due borghi di Catino e Poggio Catino in Sabina.

L’abitato di Catino è una frazione del limitrofo comune di Poggio Catino e sorge sul versante preappenninico dei Monti Sabini.

Costruito ai margini di una grande e profonda dolina carsica, da cui trae il nome di “catino”, il paese conserva intatto il suo antico aspetto dominato dalle imponenti rovine del castello.

Un primo insediamento fortificato venne probabilmente eretto ad opera dei  Longobardi del Ducato di Spoleto tra la fine del VII e l’inizio dell’VIII secolo. Al termine della dominazione longobarda, Catino fu governata da un gruppo di nobili e proprietari fondiari chiamati “Homines de Catino”.

Il Chronicon Farfense riporta come nell’898 un gruppo di “ladruncoli”,  provenienti da un castello chiamato Catino,  penetrarono nell’Abbazia di Farfa appena saccheggiata dai Saraceni dando luogo a un incendio che distrusse l’intero complesso monastico.

Nell’ XI secolo proprio l’Abbazia di Farfa divenne proprietaria del castello di Catino e dei territori circostanti fondando il nuovo abitato di Poggio Catino sul colle Moricone.

Pur mantenendo la loro autonomia, le vite dei due paesi furono sempre legate da una comune storia di dominazioni e passaggi di proprietà.

Dalla fine del XIII secolo e per quasi duecento anni i Conti di Sant’Eustachio furono signori di Catino e Poggio Catino. A loro succedettero gli Orsini, i Savelli, i Capizucchi e infine gli Olgiati che governarono dal Seicento sino al decadimento dei diritti feudali nel 1816.

Nel 1853  Catino e la vicina comunità di Poggio Catino vennero accorpate in un unico comune. Dopo l’annessione al Regno d’Italia entrò a far parte della provincia di Perugia poi di quella di Roma e infine, nel 1927,  della Provincia di Rieti appena istituita.

Le rovine del castello occupano la parte più alta dell’abitato. Sono situate sulla cresta meridionale di una grande dolina carsica a forma di “catino” da cui prende il nome il paese.

Il castello con la sua caratteristica torre pentagonale venne probabilmente eretto tra la fine del VII e gli inizi dell’VIII secolo dai Longobardi del Ducato di Spoleto che nella Bassa Sabina fondarono numerosi insediamenti per il controllo strategico del territorio.

Il piccolo borgo merita una passeggiata e non poche sono le sorprese che ci riserva l’esplorazione dei vicoli e del territorio circostante.

Poggio Catino sorge sul versante tiberino dei Monti Sabini, a circa 387 metri sul livello del mare. L’attuale comune deriva dall’unione di due centri, Catino e Poggio Catino, distanti tra loro circa 900 metri. La particolare conformazione geografica di Catino, che non consentiva l’ampliamento dello spazio edificabile, rese necessaria la creazione di un nuovo nucleo abitato.

Sul finire dell’XI secolo nacque così l’antico Podium de Catini, un complesso fortificato costruito sul vicino Colle Moricone dalla potente Abbazia di Farfa.

Le vite dei due paesi, sorti quindi attorno a due distinte roccaforti, sono legate dalle medesime vicende storiche che videro l’avvicendarsi di nobili famiglie nel possesso di queste terre. I Conti di Sant’Eustachio, gli Orsini, i Savelli, i Capizucchi e infine gli Olgiati arricchirono questi luoghi di storia e monumenti.

Poggio Catino, legato alla leggenda della Dama bianca, conserva ancora i resti della Rocca medievale e lo splendido palazzo baronale oggi sede del comune.

Le due comunità vennero definitivamente accorpate nel 1853 pur mantenendo ognuna le proprie tradizioni. Ancora oggi si conserva la memoria degli antichi conflitti tra i due paesi. Si racconta, infatti, che in tempi lontani sul Colle Moricone venne a stabilirsi una banda di zingari e che i vicini abitanti di Catino cercarono per tre volte di mandarli via incendiando le loro tende. Tuttora, in tono di scherno, i poggio catinesi sono chiamati “zingari” mentre i loro vicini sono soprannominati “perfidi”.

Tags: , , , ,

Banner Caccia al Tesor8

Gioco a squadre per grandi e piccoli per conoscere i luoghi e le storie dei quartieri del Municipio Roma VIII: Tor Marancia, Roma70, San Paolo, Montagnola, Ostiense, Garbatella

Sabato 9 luglio 2016, dalle 10 alle 19

Scoprire il territorio dell’VIII Municipio attraverso il gioco, gli indovinelli, la risoluzione di enigmi. È questa la scommessa delle Associazioni culturali GoTellGo e Festina Lente Arte e Archeologia che organizzano, sabato 9 luglio 2016, una Caccia al Tesor8: gioco a squadre per grandi e piccoli per conoscere i luoghi e le storie de quartieri del Municipio Roma VIII: Garbatella, Montagnola, Ostiense, Roma70, San Paolo, Tor Marancia.

Sarà una caccia al tesoro non competitiva. Muniti di una mappa, i partecipanti dovranno spostarsi da un punto all’altro del percorso e risolvere via via gli enigmi legati ai diversi luoghi. Solo dopo aver risolto tutti gli enigmi i partecipanti scopriranno qual è il tesoro.

Ogni squadra potrà scegliere di cimentarsi in uno dei seguenti percorsi:

  • Millepiedi (percorso a Roma70): per i grandi camminatori, maratoneti, escursionisti, amanti delle passeggiate. Basta essere disposti a non abbandonare il percorso intrapreso.
  • Green (percorso a Tor Marancia): percorso non solo adatto ai pollici verdi ma anche agli amanti della natura, a chi ci tiene particolarmente al pianeta, a chi osserva con cura l’ambiente, ai bio-responsabili.
  • Ciak: (percorso a Garbatella): per i fan del cinema e delle immagini in movimento, per chi vuole inquadrare il territorio, per i ladri di scatti, per i nostalgici delle cartoline.
  • Scanner (percorso a Ostiense / San Paolo): per chi è attento alle tendenze – tecnologiche e non -, per chi segue i movimenti dei mercati e le trasformazioni sociali dell’intorno, per coloro che hanno sempre un programma per la sera.
  • Sfingi (percorso alla Montagnola): adatto agli amanti degli enigmi, dei rebus, dei rompicapi; ideale per chi è disposto a giocare con la toponomastica, con le date o i numeri civici.

Tutti i componenti delle squadre che riusciranno a risolvere gli enigmi del percorso prescelto riceveranno in omaggio un ricordo della manifestazione. Le squadre che avranno risolto tutti gli enigmi del percorso prescelto parteciperanno all’estrazione di alcuni premi offerti da esercenti locali e dalle associazioni organizzatrici.

Le iscrizioni si chiudono venerdì 8 luglio alle 18.

Info, regolamento e iscrizioni:

http://www.appasseggio.it/index.php?it/345/caccia-al-tesor8

cacciaaltesor8@gmail.com

Cell. 339-3585839, 333-5934734

 

 

Caccia al Tesor8 è un progetto vincitore dell’Avviso pubblico del Municipio Roma VIII
Attività culturali 2016 – Municipio creativo 2.0

Tags: , , , , , , , , ,

Banner Caccia al Tesor8

Gioco a squadre per grandi e piccoli per conoscere i luoghi e le storie dei quartieri del Municipio Roma VIII: Tor Marancia, Roma70, San Paolo, Montagnola, Ostiense, Garbatella

Sabato 9 luglio 2016, dalle 10 alle 19

SCOPRI CON I TUOI AMICI I SEGRETI DEL TERRITORIO

Pronti? Sabato 9 luglio 2016, si svolgerà la caccia al tesoro organizzata dalle Associazioni culturali GoTellGo e Festina Lente Arte e Archeologia! Una divertente e creativa giornata di gioco alla scoperta dei tesori e dei segreti dell’VIII Municipio, un gioco a tappe per enigmi.

Le iscrizioni sono aperte dal 1 all’8 luglio, ore 18.

Ogni squadra deve essere formata da 1 a 4 componenti.

La partecipazione alla Caccia al Tesor8 è gratuita.

VISUALIZZA O SCARICA IL REGOLAMENTO E Il PROSPETTO INFORMATIVO  (PDF, 319 kb)

VISUALIZZA L’INFORMATIVA IN MATERIA
DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (PDF,  286 kb)

Vuoi iscriverti?

COMPILA IL MODULO ONLINE 

ELENCO SPONSOR 

Tags: , , , , , , , , , , ,

Appasseggio_nella_StoriaChi sono i personaggi che hanno contribuito a cambiare il volto di Roma nell’arco dei secoli? Per una volta non ci occuperemo degli artisti – chiamati perennemente in causa – ma andremo a scavare nella vita di imperatori, scienziati, politici, santi, donne di corte, papi, re e regine, che con le loro virtù e debolezze, pregi e difetti, hanno influenzato le sorti della città. Ogni settimana, sino a fine luglio, gli esperti dell’Associazione culturale GoTellGo vi proporranno un nuovo personaggio da approfondire attraverso un itinerario urbano alla ricerca dei luoghi, degli eventi e delle storie che lo hanno visto protagonista: Nerone, Pietro e Paolo, Sisto V, Galileo, S. Filippo Neri, Cristina di Svezia, Paolo III, la Pimpaccia, Togliatti, Vittorio Emanuele II, Umberto I e Margherita, le donne della Costituente…

PROGRAMMA

 

MERCOLEDI’ 25 MAGGIO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Filippo Neri: l’uomo che non voleva diventare santo 

 

MERCOLEDÌ 1 GIUGNO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Nilde Jotti e Palmiro Togliatti, l’altra e l’altro

 

VENERDÌ 3 GIUGNO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Le donne della Costituente

 

SABATO 4 GIUGNO 2016, dalle ore 9,30 alle ore 13,00

APPasseggio con il Generale Mark Clark: Trekking della Liberazione

 

MERCOLEDÌ 8 GIUGNO, 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Galileo Galilei. La rivoluzione della scienza moderna nella Roma del ‘600

 

VENERDÌ 10 GIUGNO, 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Ernesto Nathan

 

MERCOLEDÌ 15 GIUGNO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Nerone. Quo vadis?: La Roma neroniana e la prima comunità cristiana

 

MERCOLEDÌ 22 GIUGNO 2016, DALLE ORE 20,30 ALLE ORE 22,30

APPasseggio con Papa Sisto V

 

 

VENERDÌ 24 GIUGNO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Re Vittorio Emanuele II: un savoiardo a Roma

 

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO 2016, DALLE ORE 9,30 ALLE ORE 13,00

APPasseggio con San Pietro e San Paolo

 

VENERDÌ 1 LUGLIO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con il re Umberto I e la Regina Margherita

 

MERCOLEDÌ 6 LUGLIO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Cristina di Svezia: la regina svedese e i suoi trent’anni di vita romana

 

MERCOLEDÌ 13 LUGLIO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con La Pimpaccia di Piazza Navona 

 

MERCOLEDÌ 20 LUGLIO 2016, dalle ore 20,30 alle ore 22,30

APPasseggio con Papa Paolo III

 

COSTO E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Costo: € 8,00 (6,50 euro per i possessori di Bibliocard)

Per partecipare alle passeggiate è obbligatorio compilare la cedola di prenotazione sul sito www.appasseggio.it, oppure scrivere ad appasseggio@gmail.com oppure telefonare al numero 339-3585839. Riceverete un messaggio di conferma. In caso di annullamento dell’evento solo coloro che si sono prenotati saranno contattati. In caso di raggiungimento del numero massimo di partecipanti, la passeggiata verrà riproposta in altra data. GoTellGo è un’associazione culturale; per partecipare alle passeggiate è necessario iscriversi all’associazione (l’iscrizione per l’anno solare è gratuita).

Per maggiori informazioni sulle nostre attività: www.appasseggio.it. 

Informazioni utili sulle passeggiate storiche

http://www.appasseggio.it/index.php?it/330/appasseggio-nella-storia-con-i-grandi-personaggi

Se non lo hai già fatto, iscriviti alla Link alla form per l’iscrizione alla newsletter di appasseggio per essere informato settimanalmente su tutte le nostre attività.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Mercoledì 22 aprile alle ore 17.00 nella Sala della Fortuna del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale presenterà il progetto APPasseggio con gli Etruschi, finanziato nel 2013 dalla ex Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale.

Il progetto nasce dal desiderio di offrire al pubblico una nuova possibilità  di fruizione autonoma e innovativa del museo archeologico sfruttando le potenzialità  di tecnologie informatiche, ma anche di collegare suggestivamente i reperti esposti nel museo con i contesti e i territori di provenienza.

Curato dalla ex Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale e realizzato in collaborazione con l’Associazione culturale GoTellgo, il progetto ha portato alla realizzazione di una serie di itinerari culturali fruibili gratuitamente attraverso l’applicazione APPasseggio APP per dispositivi mobili.

Durante la “passeggiata archeologica” l’utente può, attraverso il proprio dispositivo, godere del patrimonio archeologico con l’ausilio di risorse digitali (audioguide, narrazioni di storie, immagini, testi, filmati) che lo aiutano ad approfondire vari aspetti del mondo etrusco e falisco.

Sono stati realizzati 10 itinerari, tre dedicati al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ed in particolare uno studiato per i bambini, altri sette ad alcune aeree particolarmente interessanti e suggestive del territorio dell’Etruria meridionale.

Il progetto è stato realizzato con la partecipazione del personale tecnico della Soprintendenza e con la collaborazione dei Comuni di Civita Castellana e di Sutri, del Parco di Veio e del Parco naturalistico della Valle del Treja.

La presentazione illustrerà l’applicazione e gli itinerari realizzati e avverrà con la presenza del Direttore Generale Musei Arch. Ugo Soragni.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito http://www.appasseggio.it/index.php?it/161/appasseggio-con-gli-etruschi

 

 

 

Tags: , , , ,

27-28 marzo 2015

LETTORI DI STRADE – Itinerari multimediali per raccontare le storie dei quartieri Pigneto e Tor Pignattara
COLLECTION DAYS PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE “GOFFREDO MAMELI”

Tutti coloro che possiedono fotografie, stampe, cartoline, diari, lettere, documenti, memorie orali e scritte, oggetti o altro materiale d’interesse sui due quartieri possono portare gli oggetti durante le nostre giornate di raccolta alla Biblioteca comunale “Goffredo Mameli” in via del Pigneto 22.

Al fine di conservarne memoria, un team di esperti li digitalizzerà . I materiali verranno restituiti ai legittimi proprietari il giorno stesso.

Info: 339-3585839, appasseggio@gmail.com

Per saperne di più sul progetto

Tags: , , , ,

Domenica, 22 febbraio 2015, dalle ore 10 alle ore 13,30

a cura delle Associazioni culturali GoTellGo e Festina Lente in collaborazione con l’Associazione Dynamis

Punto di ritrovo: Incrocio via del Porto Fluviale con Ripa Ostiense, accanto al Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco

Un appuntamento da non perdere la deriva psicogeografica lungo il Tevere a Ostiense organizzata nel Municipio RomaVIII nell’ambito del progetto EcologicaMente, coordinato dalle Associazioni GoTellGo e FestinaLente, in stretta collaborazione con l’Associazione Dynamis, ideatrice del progetto ORME.

ORME è la ri-scoperta di percorsi urbani insoliti, di punti di vista altri, un volgersi giocoso alla frequentazione della città, lo studio di traiettorie possibili da compiere in un luogo. E’ un errare consapevole per riscrivere i percorsi e gli spazi sulla base dell’esperienza individuale, per tracciare le relazioni tra le persone e gli spazi urbani abitati e promuovere l’idea di esplorazione come messa in gioco e come scoperta, individuale e collettiva.

Grandi e piccoli, da tutti gli angoli della città, sono invitati a partecipare domenica 22 febbraio 2015, a partire dalle 10,00, a un’esperienza sensoriale lungo il Tevere tra il Ponte di Ferro e il Ponte delle Scienza, a pochi passi dal Gazometro. I cittadini che parteciperanno alla deriva, organizzati in piccole squadre da 4-6 componenti, riceveranno in dotazione un kit contenente informazioni sul percorso, una mappa e una scorta di adesivi con 4 imperativi sensoriali: TOCCA, ANNUSA , GUARDA, ASCOLTA. Durante la mattinata, i partecipanti dovranno segnalare sulla loro mappa l’oggetto, il rumore o l’odore che ha catturato la loro attenzione. La porzione di luogo attraversata diventerà , sulla mappa di ciascuno, una macchia di colori e di stimoli unica. Le mappe così composte e le immagini e i commenti raccolti attraverso i social diventeranno un’eredità  per la città  e i suoi cittadini che ne potranno usufruire nei giorni seguenti attraverso una mostra lungo il percorso e in Rete, curata dai proponenti.

ORME OSTIENSI nasce per innescare uno sguardo nuovo sul territorio, per ricercare nuovi ritmi dell’abitare, per una collaborazione progettuale tra istituzioni, associazioni e cittadinanza, che permetta la creazione di percorsi comunicativi che nascano dai cittadini e intervengano sullo spazio modificandolo visivamente e percettivamente.

L’evento è gratuito, l’iscrizione è necessaria per poter ricevere il kit di partecipazione.

Info: ecologicamente8@gmail.com ; cell. 339-3585839

Modulo d’iscrizione:

http://www.appasseggio.it/index.php?it/246/modulo-ecologicamente-22-febbraio-2015

 

 

Tags: , , , ,

Lettori di Strade

Lettori di strade

Il 24 febbraio 2015 alle ore 16:30, presso la Biblioteca Goffredo Mameli in via del Pigneto 22, prenderanno avvio i 4 laboratori organizzati nell’ambito del Progetto Lettori di Strade Itinerari multimediali per raccontare la storia del tuo quartiere, promossi dall’Associazione Culturale GoTellGo e finanziati nell’ambito del Bando Oltre il libro. Leggere il domani in tutte le sue forme ,, dell’Istituzione Biblioteche di RomaCapitale. Il progetto ha l’obiettivo di fornire ai giovani in età scolastica (fino ai 14 anni) una serie di strumenti di ricerca e di lettura della storia del proprio quartiere e della propria comunità, così da stimolare e accrescere nelle nuove generazioni la consapevolezza dell’appartenenza al proprio territorio, guidandoli, infine, allo sviluppo di un personale itinerario di lettura della memoria e della storia del quartiere.

Partendo dalla ricerca e dalla lettura di quei testi – storici, letterari, archeologici, fotografici o divulgativi in genere – che hanno raccontato direttamente o indirettamente la storia e la memoria del quartiere, i partecipanti saranno invitati a sviluppare itinerari multimediali, mediante l’uso di un software open source (SCMS MOVIO) che consente di allestire una mostra digitale, consultabile online.

 

24 febbraio Laboratorio 1: “C’era una volta il tuo quartiere…”

Nell’incontro ai ragazzi saranno forniti gli elementi per ragionare sull’uso della storia nella ricerca delle origini dei quartieri Pigneto-Tor Pignattara.

  • Presentazione del progetto e dei coordinatori
  • Gioco didattico: Immagina i luoghi (lettura dei testi, compilazione scheda)
  • Attività pratica: Disegniamo la nostra mappa

 

3 marzo Laboratorio 2: “Tante radici per un’unica pianta”

Nell’incontro i ragazzi saranno guidati alla conoscenza delle origini multiculturali di quest’area, per trovare strumenti di confronto fra le migrazioni del passato e quelle del presente.

  • Raccolta dei materiali consegnati dai ragazzi
  • Gioco didattico: Un albero di persone con radici lontane (lettura testi, compilazione scheda)
  • Attività pratica: Disegniamo la nostra mappa

 

10 marzo Laboratorio 3: “Luoghi, attività, impressioni di ieri e di oggi”

Nell’incontro si svilupperà un percorso sulla vita quotidiana nel quartiere, confrontando le esperienze delle vecchie generazioni con le giovani.

  • Raccolta dei materiali consegnati dai ragazzi
  • Gioco didattico: Rappresentiamo un mestiere (lettura testi, mimo dei mestieri di oggi e di ieri)
  • Attività pratica: Disegniamo la nostra mappa

 

17 marzo Laboratori 4: “Mettiamoci al lavoro”

Nell’ultimo incontro sarà raccolto il materiale individuato dai ragazzi, per guidarli alla costruzione del proprio itinerario, che sarà poi digitalizzato.

  • Raccolta dei materiali consegnati dai ragazzi
  • Gioco didattico: Impariamo a digitalizzare i nostri materiali
  • Attività pratica: Realizziamo la nostra mappa digitale

 

27-28 marzoCollection Day

Due mezze giornate saranno dedicate alla scansione digitale dei materiali raccolti dai partecipanti ai laboratori. I momenti di raccolta saranno aperti a tutti gli studenti delle scuole medie coinvolte e più in generale alla cittadinanza, fornendo un’occasione per raccogliere e digitalizzare immagini, testi a stampa, documenti, che serviranno per implementare gli itinerari sviluppati dagli studenti.

 

11 aprile 2015 – Presentazione Mostra

A conclusione del ciclo di laboratori sarà organizzata una giornata-evento conclusiva in biblioteca, aperta alla partecipazione di tutta la cittadinanza, nella quale sarà presentata la mostra virtuale e fornite istruzioni per la fruizione tramite dispositivi fissi e mobili degli itinerari virtuali prodotti, al fine di consentire alla comunità di quartiere di percorrere fisicamente gli itinerari elaborati dai ragazzi.

Associazione culturale GoTellGo

Info: 3393585839

E-mail: associazione@gotellgo.org

Tags: , , , , ,

testata EcologicaMenteDall’11 gennaio al 29 marzo 2015, per dodici domeniche consecutive, le strade, le piazze e i parchi del Municipio Roma VIII si animano grazie all’iniziativa EcologicaMente: passeggiate, pedalate e walkshops ecologici.

Il progetto, frutto della collaborazione tra le Associazioni culturali GoTellGo e Festina Lente – Arte e Archeologia, si propone di accompagnare i cittadini nei luoghi più o meno noti del Municipio, invitandoli a osservare, vivere e pensare il territorio in maniera alternativa ed ecosostenibile, anche attraverso momenti di espressione creativa e autoproduzione.

Numerosi gli eventi in programma, tra cui passeggiate a piedi e in bicicletta, eco-trekking, laboratori, rivolti a tutti quei cittadini animati da una vivace curiosità  per i luoghi sconosciuti al grande pubblico, che intendono trascorrere una domenica vivendo la città  in modo alternativo e non consumistico. Alcune di queste attività  sono particolarmente adatte anche a bambini, ragazzi, anziani e cittadini con disabilità .

Le iniziative proposte comprendono i walkshops, passeggiate lente nel corso delle quali i partecipanti esaminano alcune realtà  urbane dal punto di vista ambientale e ne discutono sotto la guida di esperti, e le derive, in cui i partecipanti, guidati da un “regista” della passeggiata, saranno invitati a lasciarsi andare alle sollecitazioni dell’ambiente, per soddisfare non soltanto un interesse esplorativo, ma soprattutto per raggiungere un ‘disorientamento emozionale’ nell’osservare un nuovo contesto ambientale o i dintorni di un quartiere conosciuto, ma mai attentamente osservato.

Il progetto, vincitore dell’Avviso Pubblico del Municipio Roma VIII per il reperimento di attività  culturali per il periodo dicembre 2014 – marzo 2015, è realizzato con il sostegno economico dell’Assessorato alla Cultura, Creatività,  Promozione Artistica di Roma Capitale.

La partecipazione agli incontri è gratuita.
La prenotazione è obbligatoria.

PROGRAMMA E PRENOTAZIONI: http://goo.gl/3Ostpt

Tags: , , , , , , , ,

Appasseggio in Sabina

Domenica 23 novembre 2014, dalle ore 9,15 alle 16,30

Da Farfa a Castelnuovo di Farfa a/r passeggiando tra valli disseminate di uliveti e campi coltivati

con il patrocinio della Città di Fara in Sabina e del Comune di Castelnuovo di Farfa

GoTeller: Andrea Tempera

Il percorso si snoda nei territori dei Comuni di Fara in Sabina e di Castelnuovo di Farfa, tra valli coperte di uliveti, campi coltivati e boschi. Partiremo dall’Abbazia di Farfa seguendo il sentiero CAI 353 che scende ripido al torrente Riana. Attraversato il torrente risaliremo la lunga salita che ci porta a Castelnuovo di Farfa, delizioso borgo di origine medievale. Visiteremo Castelnuovo di Farfa insieme agli amici dell’associazione culturale Laboratori Laboratori d’Arte Antores e poi riprenderemo il sentiero CAI 353 che ci riporterà all’Abbazia di Farfa.

Luogo e orario di ritrovo:
Abbazia di Farfa, Bar/Trattoria da Lupi, via di Porta Montopoli 12, ore 9.15 (registrazione dei partecipanti e distribuzione del materiale informativo)
Punto di arrivo: Abbazia di Farfa, circa ore 16,30
Tipo di passeggiata:
trekking (T)
Lunghezza: 7 km
Elevazione massima: 358 slm
Elevazione minima: 111 slm
Info: 3385681081 – 3393585839
Costo: offerta libera (se non volete portarvi appresso il picnic, l’organizzazione ci penserà per voi, inclusa l’acqua: costo 6 euro).
Attrezzatura consigliata:
scarpe da trekking, k-way, cappello, macchina fotografica, videocamera, borraccia, bastoncini

CEDOLA DI PRENOTAZIONE

LOCANDINA (PDF, 1853 kb)

Tags: , , ,

Older Posts »