GoWalkers network

Camminare è la prima azione che un bambino vuole compiere e l’ultima a cui un anziano vuole rinunciare.
Camminare è l’esercizio fisico che non necessità  di una palestra.
E’ la prescrizione senza la medicina, il controllo del peso senza la dieta, il cosmetico che non si trova in farmacia.
E’ il tranquillante senza la pillola, la terapia senza lo psicanalista, la vacanza che non costa un centesimo.
In più non inquina, consuma poche risorse naturali ed è molto efficace.
Camminare è utile, non necessita di attrezzature particolari, è autogestibile e sicuro.
Camminare è naturale come respirare.   

(John Butcher, Fondatore di Walk21, 1999)

“Noi, cittadini del mondo, stiamo affrontando una serie di problemi complessi e intercorrelati. I nostri stili di vita stanno diventando sempre meno salutari, abbiamo un sistema dei trasporti inefficiente, l’ambiente in cui viviamo è sottoposto a crescente pressione per assecondare i nostri bisogni. La qualità  e la quantità  del camminare, inteso come attività  giornaliera in qualunque luogo, è un indicatore primario, unico e dimostrato della qualità  della vita.  Le autorità  che si preoccupano di creare delle collettività  e dei luoghi più sani ed efficaci possono conseguire importanti risultati semplicemente incoraggiando l’attività  del camminare”.

A seguito di un’ampia discussione tra esperti di tutto il mondo, nel 2006 è stata elaborata la International Charter of Walking (di cui abbiamo redatto la traduzione ufficiale in lingua italiana), un documento che fornisce delle raccomandazioni per creare una cultura nella quale le persone scelgono di camminare. Può essere sottoscritta da singoli cittadini, organizzazioni, autorità  o gruppi di quartiere che ne supportano la visione e i principi strategici, indipendentemente dalla loro posizione ufficiale e e capacità  di favorirne l’attuazione.

Ti invitiamo a supportare i principi di questa Carta, incoraggiando amici, colleghi, istituzioni, organizzazioni nazionali e locali a lavorare con noi al fine creare una “comunità  di camminatori” sana, efficiente e sostenibile in tutto il mondo.

L’adesione alla comunità  non comporta alcun vincolo od obbligo se non l’invito a promuovere la cultura della passeggiata

  • Andrea Belluni, architetto, Roma
  • Lorenza Camin, archeologa, Firenze
  • Marina Davoli, medico, Roma
  • Elisabetta Giuliani, artista, Fara Sabina
  • Francesca Giuliani, agente di viaggio, Roma
  • Erika Hrowath, pensionata, Roma
  • Sara Moretto, impiegata, Roma
  • Maria Teresa Milani, graphic designer, libera professionista, Roma
  • Chiara Morabito, bibliotecaria, Roma
  • Maria Teresa Natale, libero professionista, Roma
  • Flavia Nasella, studentessa, Roma
  • Franco Nasella, bibliotecario, Roma
  • Rubino Saccoccio, informatico, Lucca
  • Mirella Salatino, pensionata, Roma
  • Andrea Tempera, webmaster, Fara Sabina

 

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.