Basilica di San Lorenzo fuori le mura

Basilica di San Lorenzo f.l.m.: facciata
  • Codice: 00528
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: Roma
  • LocalitÓ/quartiere: San Lorenzo
  • Localizzazione specifica: Piazzale del Verano
  • Tipo: POI architettonico
  • Coordinate geografiche: 41.9025º N 12.5204º E

Abstract

La basilica di San Lorenzo fuori le mura è una delle sette chiese. Ospita le tombe di San Lorenzo e di Pio IX. La primitiva basilica (Basilica maior) fu eretta nel IV secolo d.C. dall'imperatore Costantino presso la tomba del martire Lorenzo, là dove preesistevano le catacombe di Santa Ciriaca. L'aspetto attuale della basilica è a tre navate e, ad un'analisi attenta, si possono riconoscere sia gli interventi della basilica riedificata da Pelagio II nel VI secolo, quando le reliquie del martire vennero spostate dall'originaria collocazione, sia quelle di Onorio III (XIII secolo), quando l'orientamento dell'edificio venne modificato. A metà del XIX secolo, la chiesa subì nuove modifiche a opera dell'architetto favorito di Pio IX, Virginio Vespignani, che aggiunse alla facciata un finto mosaico medievale. Il 19 luglio 1943, la chiesa fu duramente colpita da un'unica bomba. Entro il 1948 venne comunque restaurata. La facciata è stata completamente ricostruita.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

La basilica di San Lorenzo f.l.m. dopo il bombardamento del 19 luglio 1943
Basilica di San Lorenzo f.l.m.: lapide marmorea in ricordo della venuta di Pio XII

Pio XII, papa Pacelli, venne in visita alla basilica subito dopo il bombardamento del 19 luglio 1943.
"Il XIX luglio MDCCCCXXXXIII mentre quest'alma città fatta bersaglio di guerra era minacciata di miseranda distruzione apparve tra le rovine di questa casa di Dio alla moltitudine costernata il pastore angelico Pio XII che inesauribile di aiuto e di conforto per i deboli vindice del diritto presso i forti rinnovando le gesta dei suoi immortali predecessori con parola potente serena illuminatrice con moltiforme infaticabile azione la sua Roma salvò dall’estrema rovina. In segno di gratitudine imperitura il popolo romano alle soglie della risorsa basilica questo ricordo pose a MDCCCCXXXXVIII."

Basilica di San Lorenzo f.l.m.: iscrizione pavimentale

AEDES LAURENTI BELLO DISIECTA XIV . KAL . AUG. A. MCMXLIII. DEO. ADIVVANTE FELICITER REFECTA

Tomba del Cardinale Guglielmo Fieschi

La tomba trecentesca venne colpita dal crollo del tetto, come si evince dalle fratture sulle colonnine.

Bomba nel chiostro di San Lorenzo f.l.m.

Il chiostro del XII secolo, lungo le cui pareti sono murati i frammenti di iscrizioni provenienti dalle vicine Catacombe di Santa Ciriaca, conserva i resti della bomba che colpì la basilica.