Museo della Ceramica

Civita Castellana, targa del Museo della Ceramica
  • Codice: 00208
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Viterbo
  • Comune: Civita Castellana
  • LocalitÓ/quartiere: Centro storico
  • Localizzazione specifica: Viale Gramsci 3
  • Tipo: POI museale
  • Coordinate geografiche: 42.287934 º N 12.415627 º E
  • Altitudine: 144 m s.l.m.

Abstract

Il Museo della Ceramica è stato inaugurato nel 1996 grazie alla donazione di una raccolta di materiali appartenenti a una delle più note famiglie di imprenditori civitonici, i Marcantoni. Il Museo ospita soprattutto opere ceramiche eseguite tra gli anni Venti e Sessanta del Novecento, che testimoniano la maestria dei più importanti artigiani locali.

Descrizione

Al nucleo originario si sono aggiunti nel tempo manufatti, attrezzi da lavoro, modelli, documenti d'archivio, fotografie e cimeli messi a disposizione da privati cittadini.
Allestito fino al 2006 all'interno del Palazzo Petroni Andosilla, è stato trasferito presso i locali dell'ex Chiesa di San Giorgio, attigua all'ex Istituto Statale d'Arte.
In origine, la chiesetta, al limitare dell'abitato, era considerata una sorta di cappella rurale presso la quale, in occasione della festa annuale, veniva trasportata in processione la reliquia di San Giorgio, conservata nella cattedrale di Santa Maria Maggiore.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Cenni storici (voce: Franco Nasella)
Civita Castellana, Museo della Ceramica, Cornice con vedute di Civita Castellana e ritratto di Casimiro Marcantoni

In alto la Ceramica Marcantoni, a sinistra il Ponte Clementino, a destra il Forte Sangallo. Ceramica Marcantoni, 1907

Civita Castellana, Museo della Ceramica, Modello di sanitario creato dalla fabbrica Sbordoni, per la fiera campionaria di Milano dell’aprile 1937.

Pezzo unico

Maestranze della Ceramica Marcantoni. Fotografia storica conservata presso il Museo della Ceramica