1944: elargizione di viveri

Piazza Santa Maria Liberatrice. Chiesa e Monumento ai caduti
  • Codice: 00425
  • Regione: Lazio
  • Provincia: Roma
  • Comune: Roma
  • LocalitÓ/quartiere: Testaccio
  • Localizzazione specifica: Piazza Santa Maria Liberatrice
  • Tipo: Punto di ascolto letterario
  • Coordinate geografiche: 41.88019º N 12.4752º E

Abstract

Durante i mesi dell'occupazione tedesca il cibo era diventato l'ossessione di Ida e il suo pensiero dominante quello di trovare da mangiare per Useppe che appariva sempre più smagrito e sciupato. Ormai era arrivata persino a rubare e non c'era giorno che non riuscisse a sottrarre qualcosa per il suo pischelletto: una volta un uovo da un pollaio, un'altra delle scatolette di carne da un camion di provviste. Prese parte perfino all’assalto del camion di farina a Porta Labicana. La sua urgenza di sfamare Useppe era così pressante che non esitò ad accettare il cibo che i tedeschi distribuirono per propaganda a piazza Santa Maria Liberatrice. Altri, forse meno bisognosi di lei, disertarono l'elargizione, per orgoglio, disprezzo o paura di tale messa in scena.

Elenco Risorse Digitali disponibili nell'App

Dentro la città isolata

Brano tratto da: La storia, di Elsa Morante. Milano: Einaudi, 1974
Voce: Francesca Gatto